Violenza domestica: imparare a riconoscerla per difendersene

  dott.ssa Serena Cataldi, Psicologa, 345-2995738 Sebbene la violenza domestica sia una realtà da sempre esistita, la consapevolezza sociale di tale fenomeno  è cresciuta solamente negli ultimi decenni e la recente istituzione di una Giornata nazionale contro la violenza sulle donne (25 Novembre) ne rappresenta una testimonianza importante. Nonostante l’aumento esponenziale di Centri Antiviolenza sul territorio nazionale e l’entrata in vigore di leggi finalizzate alla tutela delle vittime di violenza di genere, la richiesta d’aiuto da parte delle donne vittimizzate  incontra ancora tempi molto lunghi. Questo avviene, non solo per i vissuti… Continua a leggere

Gli effetti dello stress sul cervello

In occasione della settimana mondiale del cervello continuiamo a dedicare uno spazio alla comprensione di questo affascinante organo. Questo breve video spiega in modo molto semplice quali sono gli effetti dello stress prolungato sul nostro cervello. Quello che ci accade intorno, e sopratutto il nostro modo soggettivo di reagire a quello che ci accade intorno, è in grado di  modificare il cervello sia dal punto di vista strutturale che funzionale. Il cervello non è affatto quell’ organo statico e immodificabile che abbiamo in mente! Esso si adatta continuamente all’ambiente a cui lo esponiamo.

4 Curiosità sul desiderio sessuale

  Gli uomini hanno maggiore desiderio delle donne? Il desiderio cala con il passare degli anni? Uno studio australiano ha cercato di mettere insieme alcuni dati scientifici per dare delle risposte a queste, ed altre domande, sul desiderio sessuale. Uomini Vs Donne Gli uomini pensano al sesso ogni secondo della loro vita? No. Secondo questo studio gli uomini pensano al sesso in media 34 volte al giorno, non proprio ogni secondo quindi. Le donne ci pensano meno:

Leisure sickness: quando la vacanza ci fa ammalare

  Avere del tempo libero fa bene alla salute: riduzione della pressione arteriosa, del battito cardiaco e degli “ormoni dello stress”. Un sottogruppo di persone, tuttavia, riporta dei sintomi fisici solo durante i periodi liberi da lavoro, che si tratti del weekend o di ferie più lunghe. Questo fenomeno è stato definito “leisure sickness” ovvero “mal di vacanza” (Guus L. Van Heck & Ad J. J. M. Vingerhoets, 2007) e non si riferisce ad un vero e proprio disturbo, ma ad una condizione momentanea che può comparire in caso di sovraccarico da… Continua a leggere